Avvocato Milano

Avvocato Divorzista Milano

Avvocato Civilista Milano

Avvocato Civile Milano

  • avvocato milano
  • avvocato milano
  • avvocato milano
  • avvocato milano

l'omicidio stradale diventa legge

Il senato approva definitivamente il testo del disegno di legge che introduce il reato di omicidio stradale. 

Con l’introduzione del nuovo art. 589 bis del codice penale viene introdotta una nuova fattispecie criminosa, quella appunto dell’omicidio stradale, la cui pena viene stabilita in base a tre diversi livelli di gravità del reato:

1.              reclusione da 2 a 7 anni  e revoca della patente per 10 anni (20 in caso di precedenti per droga o alcol e per 30 anni in caso di fuga) per chiunque cagioni per colpa la morte di una persona con violazione delle norme sulla disciplina della circolazione stradale

2.              reclusione da 5 a 10 anni e revoca della patente per 15 anni (20 in caso di precedenti per droga o alcol e per 30 anni in caso di fuga) per chiunque cagioni per colpa la morte di una persona in caso di guida in stato di ebbrezza con un tasso alcolemico tra 0,8 e 1,5 gr/l.

La stessa pena si applica in caso di:

- eccesso di velocità (in città: pari o superiore al doppio del limite consentito ed in ogni caso non inferiore a 70 km/h; in strade extraurbane: ad una velocità superiore di 50 km/h rispetto al limite consentito)

-  attraversamento di incrocio con semaforo rosso

- circolazione contromano

- inversione di marcia in prossimità di incroci, curve, dossi

- sorpasso con linea continua o in prossimità di attraversamenti pedonali

3.      reclusione da 8 a 12 anni e revoca della patente per 15 anni (20 in caso di precedenti per droga o alcol e per 30 anni in caso di fuga) per chiunque cagioni per colpa la morte di una persona in caso di guida in stato di ebbrezza con un tasso alcolemico superiore a 1,5 gr/l o in caso di assunzione di sostanze stupefacenti.

 In tal caso è previsto anche l’arresto in flagranza obbligatorio.

Le pene di cui sopra sono ridotte fino a metà nel caso in cui la morte non sia esclusiva conseguenza dell’azione o dell’omissione del colpevole; mentre la pena viene aggravata in caso di fuga del conducente (da 1/3 a 2/3 e comunque non meno di 5 anni di reclusione), guida senza patente o con patente sospesa o revocata oppure nel caso in cui il veicolo non sia assicurato.

 

Accanto al reato di omicidio stradale viene introdotto anche il reato di lesioni personali stradali gravi o gravissime (nuovo art. 590 bis c.p.).

Anche in tal caso il reato viene punito con pene commisurate alla gravità delle lesioni e del comportamento:

1.         da 3 mesi ad 1 anno in caso di lesioni personali gravi conseguenti alla violazione delle norme sulla circolazione stradale.

La pena diventa da 1 anno e mezzo a 3 anni in caso di guida in stato di ebbrezza compresa tra 0,8 e 1,5 gr/l e nei casi di eccesso di velocità, attraversamento con semaforo rosso, circolazione contro mano, inversione di marcia in prossimità di incroci, curve, dossi o attraversamenti perdonali, sorpasso con linea continua. 

La pena diventa da 3 a 5 anni in caso di guida in stato di ebbrezza superiore a 1,5 gr/l o in caso di assunzione di stupefacenti. 

2.         da  1 anno a 3 anni in caso di lesioni personali gravissime  conseguenti alla violazione delle norme sulla circolazione stradale.

La pena diventa da 2 a 4 anni in caso di guida in stato di ebbrezza compresa tra 0,8 e 1,5 gr/l e nei casi di eccesso di velocità, attraversamento con semaforo rosso, circolazione contro mano, inversione di marcia in prossimità di incroci, curve, dossi o attraversamenti perdonali, sorpasso con linea continua.

La pena diventa da 4 a 7 anni in caso di guida in stato di ebbrezza superiore a 1,5 gr/l.

Anche per le lesioni personali sono previste le medesime aggravanti ( guida senza patente, o con patente sospesa o revocata, fuga, veicolo non assicurato) ed attenuanti (se la morte non è esclusivamente cagionata dall'evento colposo).